Una delle grandi novità del nuovo codice degli appalti, entrato in vigore nel 2023 (Decreto legislativo n. 36), è quella della digitalizzazione dei contratti pubblici.

Il decreto legislativo n 36/2023 in attuazione dell'articolo 1 della legge 21 giugno 2022, n. 78, recante delega al Governo in materia di contratti pubblici con le nuove regole "a burocrazia semplificata" ha previsto tre fasi:

  1. il 1 aprile 2023 vigenza della norma,
  2. il 1 luglio 2023 operatività,
  3. il 1° gennaio 2024 digitalizzazione degli appalti.

Per la digitalizzazione appunto, con le novità in partenza, tanto le amministrazioni quanto le imprese entrano in una dimensione digitale e immateriale di tutte le fasi del processo di acquisto:

  • programmazione,
  • progettazione,
  • esecuzione,
  • accesso alle informazioni e agli atti di gara.

In coerenza poi con l’obiettivo prefissato (la completa digitalizzazione delle gare), l’art. 35 del nuovo Codice apre la disciplina in materia di accesso precisando che le Stazioni appaltanti devono assicurare l’accesso agli atti delle procedure di affidamento e di esecuzione dei contratti pubblici in modalità digitale, tramite l’acquisizione diretta dei dati ed informazioni inserite nelle piattaforme.

A tal proposito un ruolo di primo piano viene affidato alla Piattaforma di Approvvigionamento Digitale, ovvero quell’insieme di servizi e sistemi informatici che verranno messi a disposizione delle Stazioni appaltanti per assicurare la piena digitalizzazione dell’intero ciclo vita dei contratti pubblici.

Non ci saranno più documenti ma interoperabilità fra piattaforme “certificate”.

Nell’ambito dei contratti pubblici, la trasformazione digitale della PA – avviata fin dai primi anni del 2000 con l’introduzione del Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD) (D.lgs. n. 82/2005) – è divenuta, di fatto, obbligatoria sul piano operativo solo nel 2018, con l’imposizione dell’utilizzo generalizzato delle gare telematiche. Già il vecchio Codice dei Contratti (D.lgs. n. 50/2016) aveva, infatti, introdotto disposizioni che prevedevano la digitalizzazione delle procedure di affidamento, al fine di snellire, quanto più possibile, la burocrazia nel settore degli appalti.

Oggi, sulla scia di quanto previsto dal PNRR, il Nuovo Codice degli Appalti 2023 introduce nuove disposizioni che prevedono la digitalizzazione dell’intero ciclo di vita dei contratti pubblici, con l’obiettivo di giungere ad una vera e propria transizione digitale finalizzata ad una gestione più efficiente, trasparente ed efficace dei contratti della PA tale da garantire il conseguimento del risultato prefissato nell’interesse pubblico primario.

La delibera dell'ANAC n. 582 del 13/12/2023

Con la delibera n. 582 del 13/12/2023, l’ANAC ha adottato un comunicato, d’intesa con il Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, relativo all’avvio del processo di digitalizzazione degli appalti pubblici.

Il comunicato individua le attività necessarie per operare in modalità digitale e chiarire gli aspetti applicativi relativi al passaggio ai nuovi sistemi, in linea con le norme del decreto legislativo 36/2023, Codice appalti.

L’entrata in vigore del comunicato è fissata per il 1° gennaio 2024. Eventuali modifiche alle modalità descritte saranno comunicate con adeguato anticipo mediante provvedimenti successivi.

Attivazione della Banca Dati Nazionale dei Contratti Pubblici

A decorrere dall’01/01/2024 entreranno in vigore gli articoli della parte II libro I del codice rubricata “della digitalizzazione del ciclo di vita dei contratti (artt. 19 – 36).

Al fine di realizzare la digitalizzazione nel settore dei contratti pubblici è stato istituito L’Ecosistema nazionale di approvvigionamento digitale (cd e-procurement) che ha come fulcro la Banca dati nazionale dei contratti pubblici gestita da Anac.

L’art 23 del codice stabilisce, infatti:

“L’Anac è titolare in via esclusiva della Banca dati nazionale dei contratti pubblici ………….. abilitante l’ecosistema nazionale di e-procurement, e ne sviluppa e gestisce i servizi……….”

La Banca dati nazionale dei contratti pubblici è interoperabile con le piattaforme di approvvigionamento digitale utilizzate dalle stazioni appaltanti e dagli enti concedenti ……….. …………, per la digitalizzazione di tutte le fasi del ciclo di vita dei contratti pubblici……”.

L’e-procurement fornisce informazioni alla banca dati dei contratti pubblici attraverso due piattaforme:

a) Piattaforme e servizi digitali infrastrutturali, ossia le informazioni fornite da banche dati (es. prefetture, Agenzia delle   Entrate, Casellario giudiziario; Registro imprese; Ipa; Siope,ecc) ;

b) Piattaforme di approvvigionamento, procurement (piattaforme regionali, Consip, piattaforme digitali gestite da stazioni appaltanti qualificate) a loro volta contenenti i dati delle stazioni appaltanti e degli operatori economici;

Nello specifico, mediante le due piattaforme digitali, le stazioni appaltanti e gli enti concedenti:

  1. svolgono digitalmente le attività e i procedimenti amministrativi connessi al ciclo di vita dei contratti pubblici, acquisendo e fornendo alla banca dati Anac i relativi dati;
  2. assolvono agli obblighi in materia di pubblicità legale degli atti;
  3. assolvono agli obblighi di comunicazione nei confronti dell’ANAC di cui all’articolo 222, comma 9, del codice;
  4. assolvono agli obblighi in materia di trasparenza di cui al decreto legislativo n. 33/2013 da adempiere mediante comunicazione alla BDNCP secondo quanto previsto nel provvedimento ex art. 28, co. 4;
  5. garantiscono l’accesso agli atti di cui all’articolo 35 del codice secondo quanto previsto nel provvedimento ex art. 28, co. 4;
  6. inseriscono le notizie utili nel Casellario informatico di cui all’articolo 222, comma 10, del codice; utilizzano il FVOE con le modalità individuate nel provvedimento di cui all’articolo 24 del codice.

Entrambe le tipologie di piattaforme interagiscono con la BDNCP di Anac che, attraverso la piattaforma digitala nazionale di dati, ne raccoglie le informazioni in sei diverse banche dati per metterle poi a disposizione di stazioni appaltanti ed operatori economici.
Infatti, secondo l’art 23: “(Anac) rende disponibili mediante interoperabilità i servizi e le informazioni necessari allo svolgimento delle fasi dell’intero ciclo di vita dei contratti pubblici, anche ai fini del rispetto di quanto previsto dal decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33. La stessa Banca dati si integra con la piattaforma unica della trasparenza (cd PUT) istituita presso l’ANAC.”
” (sempre Anac) ………. rende disponibili mediante interoperabilità i servizi e le informazioni necessari allo svolgimento delle fasi dell’intero ciclo di vita dei contratti pubblici, anche ai fini del rispetto di quanto previsto dal decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33. La stessa Banca dati si integra con la piattaforma unica della trasparenza (cd PUT) istituita presso l’ANAC“.
L’importanza che rivestono le piattaforme digitali per il funzionamento della banca dati Anac è desumibile dalla necessità, prevista dall’art 63 del codice, di disporre delle stesse ai fini della qualificazione: dall’01/01/2024 il requisito della disponibilità di piattaforme telematiche diventa un requisito obbligatorio (e non più meramente premiale) per la qualificazione.

La Banca dati nazionale dei contratti pubblici è interoperabile con le piattaforme di approvvigionamento digitale utilizzate dalle stazioni appaltanti e dagli enti concedenti e con il portale dei soggetti aggregatori di cui al decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 giugno 2014, n. 89, per la digitalizzazione di tutte le fasi del ciclo di vita dei contratti pubblici, nonché con la piattaforma digitale nazionale dati di cui all’articolo 50-ter del codice di cui al decreto legislativo n. 82 del 2005, con le basi di dati di interesse nazionale di cui all’articolo 60 del codice di cui al decreto legislativo n. 82 del 2005 e con tutte le altre piattaforme e banche dati dei soggetti di cui all’articolo 2, comma 2, del codice di cui al decreto legislativo n. 82 del 2005, coinvolti nell’attività relativa al ciclo di vita dei contratti pubblici.

I soggetti di cui sopra coinvolti nell’attività relativa al ciclo di vita dei contratti, ove non già accreditati alla piattaforma di cui all’articolo 50-ter del predetto codice decreto legislativo n. 82 del 2005, sono tenuti ad accreditarsi alla predetta piattaforma di cui all’articolo 50-ter del decreto legislativo n. 82 del 2005, nonché alla Banca dati nazionale dei contratti pubblici, a sviluppare le interfacce applicative e a rendere disponibili le proprie basi dati, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica e nel rispetto delle linee guida dell’Agenzia per l’Italia digitale (AGID) in materia di interoperabilità.

La Banca dati nazionale dei contratti pubblici rende disponibili mediante interoperabilità i servizi e le informazioni necessari allo svolgimento delle fasi dell’intero ciclo di vita dei contratti pubblici, anche ai fini del rispetto di quanto previsto dal decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33. La stessa Banca dati si integra con la piattaforma unica della trasparenza istituita presso l’ANAC.

L'ANAC, attraverso la propria Banca Dati Nazionale dei Contratti Pubblici, rende disponibili i servizi e le informazioni necessari allo svolgimento delle fasi dell'intero ciclo di vita dei contratti pubblici.

Tra questi la Piattaforma contratti pubblici (PCP), la Piattaforma per la pubblicità legale degli atti, il Fascicolo Virtuale dell’Operatore Economico (FVOE).

Pertanto, a partire dal 1° gennaio 2024 è prevista la completa attivazione della Banca Dati Nazionale dei Contratti Pubblici (BDNCP), che renderà disponibili, tramite interoperabilità attraverso la Piattaforma Digitale Nazionale Dati (PDND), i servizi e le informazioni necessari per tutte le fasi del ciclo di vita dei contratti pubblici. Ciò include il rispetto degli obblighi di trasparenza previsti dal Codice.

A fronte di tali modifiche, dal 31 dicembre 2023, saranno apportate modifiche alle condizioni di utilizzo del sistema Simog, che porteranno – tra le diverse novità – alla dismissione del servizio SmartCIG.

In conclusione la semplificazione della trasparenza operata dal nuovo codice in realtà non è una semplificazione dal punto di vista quantitativo perché la mole di informazioni che la stazione appaltante deve produrre restano sostanzialmente le medesime se non addirittura aumentate, con la doverosa precisazione che non è più il documento a dover essere condiviso (ATTO), ma l’informazione (DATO). Quello che dovrebbe semplificarsi sono le modalità di trasmissione, che dall’01/01/24 dovranno avvenire esclusivamente a mezzo applicazione. L’elemento critico di questo processo di digitalizzazione è, oltre alla piena funzionalità dei sistemi con semplificazione dei dati richiesti, la creazione dell’“ecosistema”: un complesso digitale organico e funzionale che permette ai vari sistemi coinvolti nel ciclo di vita dei contratti pubblici di comunicare digitalmente e in modo automatico senza ulteriore aggravio di lavoro per il personale del pubblico impiego.

Maria Rosaria Tosiani 

Continua su Amministrare la Scuola n.2 2024

Vi ricordiamo che per approfondire l'argomento, il 7 Febbraio 2024 alle h 16:30 la relatrice Maria Rosaria Tosiani terrà un webinar sulle novità della digitalizzazione dei contratti pubblici nel 2024. Per saperne di più clicca qui.

 

http://103.165.243.97/doc/luar-negeri/http://103.165.243.97/doc/sign/slot-thailand/http://103.165.243.97/doc/before_tte/zeus-slot/https://appv2.tanahlautkab.go.id/doc/mpo/https://www.chuka.ac.ke/gates-of-olympus-1000/https://appv2.tanahlautkab.go.id/doc/unsign/http://103.165.243.97/doc/kamboja/http://mysimpeg.gowakab.go.id/mysimpeg/bangkomplit/http://mysimpeg.gowakab.go.id/toto/http://mysimpeg.gowakab.go.id/mysimpeg/maxwin/https://jurnal.jsa.ikippgriptk.ac.id/public/luar/http://103.165.243.97/doc/dana/https://fk.ulm.ac.id/wp-content/uploads/https://fk.ulm.ac.id/wp-content/fonts/https://ppid.cimahikota.go.id/infomugi/slot-luar-negeri/https://www.unjc.cu/sweet-bonanza/http://103.165.243.97/doc/cth/https://ppid.cimahikota.go.id/assets/maxwin-slot/https://ijatr.polban.ac.id/docs/https://loa.tsipil-uii.ac.id/data/thailand/https://loa.tsipil-uii.ac.id/scatter-hitam/https://ijatr.polban.ac.id/toto/https://ppid.cimahikota.go.id/infomugi/https://ppid.cimahikota.go.id/image/slot-gacor-hari-ini/https://mpp.bandung.go.id/mpo/https://mpp.bandung.go.id/assets/css/https://mpp.bandung.go.id/display/nexus/https://simba.cilacapkab.go.id/simba_project/maxwin-slot/https://simba.cilacapkab.go.id/simba_project/sbobet88/https://simba.cilacapkab.go.id/idnslot/https://mpp.bandung.go.id/surat/idnslot/https://fk.ulm.ac.id/wp-content/thailand/https://perijinan.blitarkota.go.id/assets/jp-gacor/https://rdsp.msp.gob.do/api/thailand/https://perijinan.blitarkota.go.id/data/situs-toto/https://perijinan.blitarkota.go.id/assets2/https://mpp.bandung.go.id/attachments/https://mpp.bandung.go.id/images/https://mpp.bandung.go.id/assets/thailand/https://perijinan.blitarkota.go.id/data/toto-slot/https://simba.cilacapkab.go.id/db/toto-slot/https://simba.cilacapkab.go.id/vendor/https://perijinan.blitarkota.go.id/data/depo-10k/https://mpp.bandung.go.id/git/demo/https://mpp.bandung.go.id/api/jp-gacor/https://simba.cilacapkab.go.id/assets/depo-10k/https://simba.cilacapkab.go.id/api/demo/https://simba.cilacapkab.go.id/api/https://sim.stidar.ac.id/img/https://sim.stidar.ac.id/sweet-bonanza/https://sim.stidar.ac.id/slot-anti-rungkad/https://kuesioner.instidla.ac.id/akun-pro-platinum/https://lpm.instidla.ac.id/lucky-neko/https://ijabr.polban.ac.id/mpo/https://ijabr.polban.ac.id/idn/https://kuesioner.instidla.ac.id/wild-bandito/http://kwitansi.instidla.ac.id/demo-lucky-neko/https://perdami.or.id/wp-includes/zeus-slot/https://perdami.or.id/wp-content/slot-kamboja/https://siipbang.katingankab.go.id/storage_old/maxwin/http://kwitansi.instidla.ac.id/slot-garansi-kekalahan/https://bundamediagrup.co.id/wp-includes/idn/http://103.165.243.97/doc/maxwin-slot/https://bundamediagrup.co.id/akun/demo/https://pmb.sttabdisabda.ac.id/aplikasi/http://103.165.243.97/doc/sv388/https://bundamediagrup.co.id/wp-content/akun-pro-kamboja/https://ijabr.polban.ac.id/api/https://ijabr.polban.ac.id/-/pulsa/https://sipirus.sukabumikab.go.id/storage/uploads/jp-thailand/https://sipirus.sukabumikab.go.id/storage/uploads/-/sthai/https://sipirus.sukabumikab.go.id/storage/uploads/-/stoto/https://sipirus.sukabumikab.go.id/storage/uploads/server-kamboja/https://alwasilahlilhasanah.ac.id/starlight-princess-1000/https://www.remap.ugto.mx/pages/slot-luar-negeri-winrate-tertinggi/https://waper.serdangbedagaikab.go.id/public/images/qrcode/slot-dana/https://waper.serdangbedagaikab.go.id/public/images/qrcode/slot-deposit-pulsa/https://waper.serdangbedagaikab.go.id/storage/framework/https://wbs.klaten.go.id/public/assets/http://103.165.243.97/doc/thailand/https://appv2.tanahlautkab.go.id/easy-win/https://tpid.katingankab.go.id/images/https://kuesioner.instidla.ac.id/asset/http://kwitansi.instidla.ac.id/database/http://lms.instidla.ac.id/backup/https://lpm.instidla.ac.id/wp-includes/block-patterns/http://mutu.instidla.ac.id/app/<https://bakesbangpol.katingankab.go.id/uploads/pulsaa style="display:none" href="https://sipirus.sukabumikab.go.id/storage/uploads/kantah/">https://sipirus.sukabumikab.go.id/storage/uploads/kantah/https://sipirus.sukabumikab.go.id/storage/uploads/slot-depo-10k/https://ijabr.polban.ac.id/classes/slot-gacor-gampang-menang/https://ijabr.polban.ac.id/registry/https://ijabr.polban.ac.id/locale/https://lpm.instidla.ac.id/wp-content/uploads/https://sipirus.sukabumikab.go.id/storage/uploads/pembahas/